Il giornale delle associaizoni

Il giornale delle associaizoni
Il giornale delle associaizoni

lunedì 24 novembre 2014

Presentazione - La ricchezza di donare.





Presentazione

"Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno; insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita."
Confucio.

Sono sempre rimasto molto colpito da questa frase che, secondo me, nasconde dei significati importanti molto più profondi rispetto alla semplicità con cui viene raccontata. Il libero arbitrio ci permette di scegliere la finalità con cui compiere una azione, e spesso la motivazione che ci spinge nel compierla o meno racchiude l' essenza del nostro modo di pensare e affrontare la vita di tutti i giorni. Applicare alla lettera il pensiero di Confucio non è facile. Donare non significa, secondo il mio personalissimo modo di interpretare la vita, pulirsi la coscienza gettando una monetina in un barattolo di fronte ad una persona che chiede l' elemosina. Il vocabolario è chiaro, proprio perchè nella coniugazione riflessiva di "donarsi", parla proprio di dedicarsi, attendere con amore e con impegno a qualche cosa, darsi agli altri. Ecco perchè Confucio traduce in nesso temporale l' intervento nei confronti dell' uomo: insegnare, dedicare del tempo, essere disponibili  è molto difficile e faticoso, scomodo. Troppo più semplice dare il pesce, molto più difficile insegnare a pescare. Per donare non si deve essere "ricchi" perchè è la ricchezza del dono che ci arricchisce, e solo chi prova questa sorta di emozione può comprendere quanto ci si possa sentire "ricchi dentro" quando aiutiamo qualcuno. Spesso tramutiamo la donazione in qualcosa di terreno, di misurabile, in realtà ascoltare un incompreso o fare compagnia ad una persona che si sente sola è una ricchezza che per loro non ha controvalore economico, così come  la restituzione delle emozioni che si ricevono quando si migliora lo stato di animo di chi abbiamo di fronte.